fbpx
pulizia degli infissi in alluminio

Manutenzione e pulizia degli infissi in alluminio

Oggi, molti italiani scelgono gli infissi in alluminio per le proprie case, per l’ufficio, per l’azienda di famiglia e per molti altri ambienti. Perché?

Avere la risposta a questa domanda è molto semplice. Infatti, questi prodotti vantano un ottimo rapporto qualità/prezzo. Hanno un costo accessibile e offrono buone prestazioni in termini di isolamento termico. Inoltre, questo materiale è altamente personalizzabile. Perciò, è possibile scegliere tra diversi modelli di serramenti, da quelli bianchi o colorati, fino ad arrivare a quelli con una finitura “effetto legno”… Ci sono altri buoni motivi per scegliere gli infissi in alluminio? Certamente sì!

Sono molto resistenti e non richiedono frequenti opere di manutenzione, se non una pulizia accurata una volta ogni 2-3 mesi, a seconda del luogo in cui si vive. Oggi parliamo proprio di questo: a quali dettagli occorre prestare attenzione per mantenere questi serramenti in buono stato?

La frequenza di pulizia e i dettagli da tenere sotto controllo

Anche in questo caso, la pulizia è necessaria, ma non solo per far risplendere gli infissi: è ciò che serve per farli durare di più.

I lavaggi del serramento vanno eseguiti con una periodicità che varia a seconda del luogo in cui si vive. Ad esempio, in una città in cui l’aria è molto inquinata dallo smog oppure nelle case vicino al mare, la pulizia va eseguita ogni mese. In altre situazioni, invece, può tranquillamente essere effettuata ogni 2-3 mesi.

Per verificare lo stato degli infissi in alluminio, è necessario prestare molta attenzione alle guarnizioni, che devono chiaramente rimanere nella loro sede. Quando risultano usurate o staccate, la soluzione migliore è sempre sostituirle. Nel caso in cui invece si riscontrino difficoltà ad aprire o chiudere l’infisso, sarà doveroso lubrificare, con appositi spray, i vari componenti che consentono l’apertura e la chiusura del serramento.

Come eseguire la pulizia degli infissi in alluminio? Ecco qualche consiglio

Il primo passaggio da eseguire consiste nel rimuovere l’eventuale polvere in eccesso (soprattutto dalle guarnizioni), magari usando l’aspirapolvere. Si consiglia poi di passare sull’infisso un panno umido, imbevuto in un litro d’acqua tiepida, unita a mezzo bicchiere di aceto bianco oppure a due cucchiai di bicarbonato.

Ci saranno sicuramente dei punti in cui sarà difficile arrivare con il panno e per questi sarà opportuno ricorrere a uno spazzolino da denti, utile per eliminare accumuli di polvere o residui vari. In seguito, l’acqua in eccesso andrà rimossa con un panno asciutto.

Dopo aver pulito per bene l’infisso, si potrà passare alla sua lucidatura. In questo caso, troverete alcuni prodotti appositi adatti all’alluminio “naturale” e all’alluminio trattato. Ad ogni modo, nella maggior parte dei casi, una soluzione di acqua e aceto si rivela ottima.

In ogni eventualità, è assolutamente sconsigliato utilizzare detergenti o altre sostanze altamente aggressive come ammoniaca o candeggina, che finirebbero solo per danneggiare o macchiare irrimediabilmente l’alluminio.

Se siete alla ricerca di nuovi serramenti, potrete contare su Ser.All.

Gli infissi in alluminio sono esteticamente belli e tecnicamente efficienti. Pertanto, se desiderate portarli nelle vostre case o nei vostri ambienti di lavoro, non esitate a contattarci: realizzare il prodotto giusto per ogni nostro cliente è la nostra mission. Quindi, non vi deluderemo!

POST A COMMENT